Comune di Roca Vecchia provincia di Lecce Salento

verifica disponibilità su Roca Vecchia Roca Vecchia (Salento): Domenica 19 Novembre 2017, sono le 2227»

Note sul Comune di Roca Vecchia in provincia di Lecce (Puglia, Salento)

 

IL VOSTO SOGGIORNO, LA VOSTRA VACANZA A LECCE (versante mar adriatico) CAPITALE DEL SALENTO: delle marine di Ugento e Santa Maria di Leuca. Otranto, Gallipoli IN APPARTAMENTI O RESIDENCE.

TUTTE LE OFFERTE E LE STRUTTURE (appartamenti o case vacanza in affitto) DISPONIBILI, CONFORTEVOLI E VICINE AL MARE O IN CAMPAGNA (con trulli o abitazioni rurali).

CONTATTATECI PER TUTTE LE INFORMAZIONI TURISTICHE O ALTRE UTILITÀ:STORIA, TRADIZIONI, PAESAGGIO, RITI, EVENTI. ED ANCHE PER RAGGUAGLI SUGLI AFFITTI O VENDITA DI IMMOBILI (case vacanza, appartamenti, residence). IL NOSTRO È UN'AIUTO ASSOLUTAMENTE GRATUITO.

 
NOTE STORICHE SULLA LOCALITÀ: ROCA VECCHIA (Salento, Puglia).

È una località balneare appartenente al comune di Melendugno situata sulla costa adriatica. Si raggiunge percorrendo la litoranea adriatica (SS.611) Otranto-San Cataldo. Di notevole interesse l'area archeologica, la torre , ridotta purtroppo allo stato di rudere, e la suggestiva fascia costiera

Il villaggio medioevale fu costruito sulle rovine messapiche; situato sulla costa adriatica fu il luogo di una fortificazione del XIV sec. voluta da Gualtiero VI di Brienne ed utilizzata dagli Aragonesi come piazzaforte per la liberazione di Otranto dai Turchi.
Il villaggio di Roca Vecchia venne costruito sulle rovine messapiche nei primi del Trecento. Fu riconosciuto da Gualtiero VI di Brienne, Conte di Lecce e Duca d'Atene, un luogo d' importanza strategica ed economica e perciò vi fece ereggere un castello che divenne la roccaforte aragonese durante le lotte con gli angioni. In seguito venne ricostruito ed adeguato alle esigenze militari da Alfonso D'Aragona per difendersi dall'attacco dei Turchi (1480). Nel corso del '500 , malgrado l'opera di ricostruzione, restò privo di soldati e abbandonato; nel 1544 verrà demolito e tutti gli abitanti del villaggio, rimasti ormai in pochi, si sposteranno in una località più interna dando origine al villaggio di Roca Nuova. Attualmente sono in corso campagne di scavi in tutta l'area archeologica particolarmente estesa.
L'Universita degli studi di Lecce sta svolgendo campagne di scavo su tutta l'area.

NUMERI Utili
MUNICIPIO: 0832.832111 - VIGILI: 0832.831122 - POSTE: 0832.834593 - BANCA: 0832.840704/835500 /833847- FARMACIE: 0832.841445 /881414 /811095 /834574 - GUARDIA MEDICA: - OSPEDALE:
COSA VISITARE nella città di ROCA VECCHIA.

SITO ARCHEOLOGICO DI ROCA VECCHIA - L'area archeologica, situata su di un promontorio sul mare, è visibile percorrendo la litoranea adriatica Roca- Torre dell'Orso. Le fasi più antiche individuate riguardano l'importante abitato fortificato dell'età del Bronzo, attualmente oggetto di indagini da parte dell'Università di Lecce. .
Gli scavi hanno inoltre portato alla luce ampi settori dell'impianto medievale trecentesco (metà XIV-inizi XV sec.), fondato da Gualtiero di Brienne, Conte di Lecce.
Per quanto riguarda le fasi messapiche i dati noti, prevalentemente riferibili all'impianto del IV-III sec. a.C., sono costituiti dalle fortificazioni e dalle numerose tombe esplorate fra gli anni '30 e '50 dal Museo Provinciale di Lecce.
Dalla zona Castello, sul promontorio, provengono alcuni elementi architettonici databili agli inizi del V sec. a.C. che non è possibile ricollegare ad un contesto preciso. Alle fasi tardo-arcaiche sono inoltre riferibili alcuni complessi tombali individuati nell'ambito delle ricerche effettuate negli anni '30 e alla fine degli anni '50.

CASTELLO DI ROCA VECCHIA - Gualtiero VI di Brienne, Conte di Lecce e Duca d'Atene, fece ereggere un castello nel XIV secolo sul promontorio di Roca a strapiombo sul mare adriatico. La fortificazione venne impiantata sui ruderi di Roca messapica per la posizione particolarmente strategica e per l'importanza economica del porto. Durante il XV secolo il castello fu protagonista delle lotte fra angioni e aragonesi divenendo la piazzaforte del re Ferrante (1470). Più tardi Alfonso d'Aragona, per difendersi dagli attacchi dei Turchi, adeguò la fortezza alle nuove esigenze militari potenziando le strutture esistenti. Malgrado l'opera di ricostruzione, nel corso del '500, restò privo di soldati e abbandonato, tanto che fu ordinata la demolizione nel 1544. Attualmente i ruderi ricadono nell'area archeologica di Roca Vecchia
L'Universita degli studi di Lecce sta svolgendo campagne di scavo su tutta l'area. [testi e immagini tratti dal Sito della Provincia di Lecce]
.

COME SI ARRIVA A OTRANTO, ROCA VECCHIA (Lecce, Salento).

In automobile: in autostrada A/14 fino a Bari - superstrada SS 16 fino a Lecce, Via del Mare fino a San Cataldo e poi verso sud seguendo la litoranea.
In treno: Ferrovie dello Stato stazione di Lecce. Dalla stazione di Lecce in poi si può proseguire con il treno locale delle ferrovie Sud Est, oppure affidarsi all'autobus di Salentointrenoebus, servizio appositamente previsto dalla Amministrazione Provinciale di Lecce per il periodo estivo.
In aereo: dall'aeroporto di Brindisi "Papola-Casale" (60 km).
Da Roma, Napoli, Sicilia: Tutti i mezzi di trasporto e i numeri di telefono utili per arrivare nel cuore del Salento e ovunque nella provincia di Lecce (Puglia)... il vostro viaggio vacanza inizia con... >> visualizza informazioni

Basta una telefonata o una mail per organizzare il tuo arrivo a Lecce: 0833-607733

ALCUNE FOTO DI ROCA VECCHIA.
Foto di Roca Vecchia (tratta da  Eliotropica.it) Foto di Roca Vecchia (tratta da  Otranto.biz) Foto di Roca Vecchia (tratta da http://bbcc.unile.it/students/scavi.html)

FORM RAPIDO: Richiedi subito la disponibilità per la Tua Vacanza nel Salento!